loader
23/05/2019 - news

IL MINISTRO DELL’AMBIENTE SERGIO COSTA IN VISITA ALL’IMPIANTO DI CONTARINA PER CELEBRARE LA FIRMA DEL DECRETO END OF WASTE SUI PRODOTTI ASSORBENTI PER LA PERSONA

L’Italia è Il primo paese al mondo a rendere possibile il recupero delle materie prime seconde provenienti da questi rifiuti, fino ad oggi smaltiti in discarica o inceneritori

 IL MINISTRO DELL’AMBIENTE SERGIO COSTA IN VISITA ALL’IMPIANTO DI CONTARINA PER CELEBRARE LA FIRMA DEL DECRETO END OF WASTE SUI PRODOTTI ASSORBENTI PER LA PERSONA

Treviso, 23 maggio 2019 - Un impegno preso per l’economia circolare che il Ministero dell’Ambiente ha mantenuto. Per celebrare la firma del decreto il Ministro Costa ha voluto far visita al primo impianto su scala industriale al mondo in grado di riciclare il 100% dei prodotti assorbenti per la persona usati.

Per il Ministro si tratta di “un atto molto importante e direi rivoluzionario. Questo decreto fa decollare un’industria tutta italiana che coniuga riduzione dei rifiuti, riciclo, economia circolare. Da oggi circa 1 milione di tonnellate di pannolini non verranno più bruciati negli inceneritori né gettati in discarica ma bensì verranno recuperati e diventeranno tecnicamente materia prima seconda. Questi sono i giusti passi per un futuro ambientalmente sostenibile”.

“Il decreto “end of waste” sui prodotti assorbenti per la persona (pannolini, pannoloni per incontinenti e assorbenti igienici femminili) firmato dal ministro dell’Ambiente Sergio Costa è un grande passo avanti per l’economia circolare ed un traguardo importante per l’ambiente, per i cittadini, per i comuni, per chi lavora nella gestione dei rifiuti, per l’industria e per l’Italia che per prima al mondo ha aperto il percorso tecnologico e normativo per il riciclo di questo tipo di rifiuti.  Ringraziamo il Ministero dell’Ambiente e tutte le persone che hanno collaborato alla redazione del decreto, e che hanno compreso la potenzialità della nostra tecnologia unica al mondo, in grado di valorizzare i prodotti assorbenti per la persona usati e di trasformarli in plastica, cellulosa e polimero super assorbente, garantendo vantaggi ambientali ed economici per tutti”. Così Giovanni Teodorani Fabbri, Direttore Generale FaterSMART, commenta la firma del decreto sull’end of waste dei prodotti assorbenti per la persona usati, che consentirà l’avvio della fase industriale della tecnologia FatertSMART, l’unica al mondo in grado di riciclare al 100% questa tipologia di rifiuti.

“La firma del decreto ha sbloccato una situazione di stallo che si prolungava da anni e consente lo sviluppo di una vera economia circolare, oltre che la crescita economica e imprenditoriale dell’intero settore - ha dichiarato soddisfatto il Presidente di Contarina Franco Zanata – In Italia sorge il primo impianto su scala industriale al mondo in grado di riciclare il 100% dei prodotti assorbenti per la persona usati e dobbiamo esserne tutti molto orgogliosi”.

Attualmente, pannolini, pannoloni e assorbenti usati finiscono in discarica o in inceneritore, con importanti ricadute negative per l’ambiente e per l’economia. I prodotti assorbenti per la persona usati, infatti, costituiscono circa il 4% dei rifiuti solidi urbani. Ogni anno in Italia vengono smaltiti in discarica 900 mila tonnellate di tali prodotti. 30 milioni di tonnellate a livello mondiale: un volume pari a 450 campi da calcio o a 60 volte quello del Colosseo. Eppure, per assicurare la migliore vestibilità in momenti importanti della vita delle persone e garantire, allo stesso tempo, le migliori condizioni igieniche, le materie prime utilizzate per produrli sono di elevata qualità.

Il decreto end of waste appena emanato stabilisce i criteri in base ai quali i materiali derivanti dal riciclo di pannolini, pannoloni e assorbenti femminili - provenienti da raccolte urbane differenziate dedicate - possano essere trasformati e qualificati come materie prime seconde da immettere nuovamente nel processo produttivo, in piena sintonia con i principi dell’economia circolare.

L’Italia segna un importante primato: il decreto è il primo, in Europa ed al mondo, a stabilire i criteri specifici per la cessazione della qualifica di rifiuto di questa tipologia di prodotti. Questo risultato testimonia il livello di eccellenza industriale e tecnologica del nostro Paese sulle tematiche relative al comparto energetico e ambientale, prezioso volano economico e di sviluppo ed elemento imprescindibile nell’ottica di una non più prorogabile transizione verso l’economia circolare.

 

UN SISTEMA VIRTUOSO DOVE VINCONO TUTTI

VANTAGGI PER L'AMBIENTE:

Uno studio condotto da Ambiente Italia, un istituto di ricerca ambientale indipendente, rivela che la tecnologia e il processo sviluppati da FaterSMART sono carbon negative: - 168 kg di CO2 per ogni tonnellata di pannolini trattati. Se questo processo fosse applicato in tutta Italia sarebbe possibile riciclare circa il 4% dei rifiuti solidi urbani. Ciò offrirebbe chiari vantaggi per l'ambiente, poiché ogni anno sarebbe possibile:

- evitare un volume di rifiuti equivalente a più di 14 campi da calcio

- evitare emissioni di CO2 pari a quelle generate ogni anno da più di 100.000 automobili

- produrre 270.000 tonnellate di materie prime riciclate di alta qualità.

Da 1 tonnellata di rifiuti separati, è possibile produrre fino a 150 kg di cellulosa, 75 kg di plastica e 75 kg di polimero super assorbente.

 

VANTAGGI PER LE AUTORITÀ LOCALI:

- Il sistema è concepito per ridurre i costi di smaltimento dei rifiuti nelle discariche o termovalorizzatori

- Consente l’eliminazione dei costi di pre-trattamento

- Contribuisce al raggiungimento degli obiettivi di raccolta differenziata e alla riduzione dei rifiuti biodegradabili nelle discariche.

 

VANTAGGI PER I RICICLATORI:

- Ricavi da vendite di materie prime seconde

- ricavi provenienti dal conferimento dei prodotti assorbenti per la persona usati.

 

 

 

 

Login

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione del sito.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi